Allergia

Al nichel

Allergia

Al nichel

Che cos’è l’allergia al nichel?

Il nichel è un metallo altamente sensibilizzante, a diffusione pressoché ubiquitaria che può dare origine sia a manifestazioni cutanee di tipo eczematoso quali la DAC, che con coesistente DAC, a quadri clinici con interessamento sistemico, quali orticaria, angioedema, eritemi, prurito sine materia, disturbi a carico dell’apparato gastroenterico, denominata sindrome sistemica da allergia a nichel (SNAS).

Il nichel è un metallo contenuto in un largo numero di oggetti d’uso comune.

Quantità considerevoli sono anche contenute anche in svariati cibi ed è proprio il nichel ingerito con la dieta che è responsabile dell’insorgenza della sindrome sistemica da allergia al nichel.

«La SNAS è caratterizzata, oltre che dalle manifestazioni cutanee per una allergia da contatto (DAC – dermatite allergica da contatto), anche da reazioni allergiche generalizzate al nichel contenuto negli alimenti»

allergia al nichel pruriti cutanei lofarma
sintomi allergia al nichel lofarma

I sintomi più comuni

sintomi gastrointestinali allergia al nichel lofarma
sintomi cutanei allergia al nichel lofarma

I sintomi gastrointestinali più frequenti sono nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, gonfiore e tensione addominale, meteorismo, stipsi, pirosi, reflusso gastroesofageo.

I sintomi cutanei più frequenti sono orticaria ed eczema in aree che non sono a contatto diretto con il nichel, riacutizzazione delle dermatiti allergiche da contatto e dermatite sistemiche.

I sintomi più comuni

sintomi gastrointestinali allergia al nichel lofarma
sintomi cutanei allergia al nichel lofarma
sintomi allergia al nichel lofarma

I sintomi gastrointestinali più frequenti sono nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, gonfiore e tensione addominale, meteorismo, stipsi, pirosi, reflusso gastroesofageo.

I sintomi cutanei più frequenti sono orticaria ed eczema in aree che non sono a contatto diretto con il nichel, riacutizzazione delle dermatiti allergiche da contatto e dermatite sistemiche.

Nozioni utili

  • Abolire i cibi in scatola
  • Utilizzare tegami in teflon o in vetro
  • Utilizzare solo pentole in acciaio siglate 18/c
  • Evitare la cottura dei cibi al cartoccio
  • Evitare la carta di alluminio per avvolgere gli alimenti
  • Prediligere il consumo di alimenti conservati in recipienti di vetro
  • Utilizzare carta da forno se si cuoce su padelle o piastre in ghisa
  • Non bere subito l’acqua del rubinetto, lasciarla scorrere
  • Aggiungere il sale nella pentola contenente l’acqua per fare la pasta solo quando l’acqua bolle
  • Utilizzare sempre dei guanti per evitare il contatto diretto quando si usano agenti candeggianti, detergenti e tinture per capelli, colori, smalti e oli minerali, fertilizzanti chimici, cemento e cosmetici
consigli percorso terapeutico lofarma